UN COMPLESSO GIOCO DI VOLUMI
Spesso in architettura bisogna fare "di necessità virtù", ed un'ubicazione impervia ed anomala, se assecondata, conduce a soluzioni architettoniche originali, come è avvenuto nel caso della villa situata a Capriolo, in provincia di Brescia, nella media valle dell'Oglio.
Il progetto era particolarmente stimolante in quanto il terreno si presentava come una scarpata, con la strada di accesso soprastante, suggerendo soluzioni inusuali.
Il tetto si presenta in muratura con copertura in coppi, le murature sono porizzate e rivestite in pietra di Credaro a semisecco ed i serramenti sono in legno lamellare.
Si tratta di materiali costruttivi autoctoni e divenuti tipica espressione dello studio dell'architetto Viola.
I diversi corpi del fabbricato, integrandosi perfettamente tra loro, creano un gioco di volumi in pietra di grande effetto scenografico.