Ristrutturato mantenendo i muri originali dell’antico Ospizio di San Bartolomeo, già dal XII° secolo i monaci che qui dimoravano, davano ospitalità ai viandanti che percorrevano questa importante strada che collegava Vienna a Genova. Tra le sue sale in pietra si respira un’atmosfera di epoche passate, che incanta chiunque ne varchi la soglia.
Posto in posizione dominante rispetto all’abitato di Passo Tonale è immerso in un’incantevole paesaggio naturale, distese bianchissime d’inverno che lasciano poi spazio al verde dei prati fioriti in estate con la meravigliosa veduta dell’imponente e rocciosa Presanella.